Triphala e i suoi numerosi benefici per la salute

18

Triphala è un rimedio naturale, che affonda le sue radici nell’Ayurveda indiano. L’Ayurveda è uno dei più antichi sistemi medicinali del mondo che risale a oltre 3000 anni. L’Ayurveda crede nel migliorare il benessere generale riducendo le cause alla radice che creano malattie nel nostro corpo.

Triphala è l’incarnazione di questa tradizione. Elimina le cause alla radice che portano a problemi di salute. È un mix di erbe che ha immensi benefici per la salute. Tali miscele di erbe sono celebrate nell’Ayurveda. La forza combinata di questi componenti miscelati è molto maggiore dei loro benefici individuali.

L’Ayurveda crede che il corpo umano sia composto da tre energie o dosha. Aria, acqua e fuoco sono i tre elementi. Il Triphala è chiamato rasayana tridoshico in Ayurveda. Ciò significa che Triphala può bilanciare e regolare tutte e tre le energie del corpo. In altre parole, può migliorare la salute generale e curare vari disturbi.

Puoi consumarlo sotto forma di tonici, polvere, capsule e succhi. Molti siti online vendono Triphala in queste varianti. I negozi di erboristeria sono un altro posto dove cercarli.

Triphala: la ragione dietro il suo nome

In sanscrito, Tri significa tre e phala significa frutti. Quindi Triphala non è altro che la combinazione di tre frutti estremamente potenti. Questi tre frutti sono amla (Emblica Officinalis), haritaki o harad (Terminalia Chebula) e bibhitaki o baheda (Terminalia belerica). Potresti conoscerli come uva spina indiana, mirabolano nero e mirabolano bellerico.

Questi tre frutti hanno numerosi vantaggi individuali. Asciugandoli e combinandoli nel giusto rapporto si ottiene una miscela potente con molteplici benefici per la salute. Triphala viene comunemente somministrato per problemi metabolici, cutanei e dentali e per la guarigione delle ferite.

Amla

  • L’amla è uno dei frutti più celebri dell’Ayurveda. Tradizionalmente, è un rimedio casalingo per migliorare la vista, curare la febbre e regolare i livelli di zucchero.
  • Amla è un frutto verde di piccole dimensioni. Ha un sapore decisamente aspro con una consistenza croccante all’interno. Sottaceti e succhi di frutta freschi sono alcuni modi per aggiungere amla alla tua dieta.
  • È un concentrato di vitamina C e aminoacidi. In questo frutto sono presenti anche composti vegetali come tannini, fenolo, rutina ed emblicole.
  • Gli studi dimostrano che l’amla aiuta a curare alcuni tipi di cancro. È ancora un’area in cui il lavoro di ricerca è in corso ei risultati devono ancora essere concretizzati.
  • L’amla riduce il colesterolo cattivo e mantiene il cuore sano. Riduce il danno renale e ne supporta il regolare funzionamento.
  • I flavonoidi presenti nell’amla sono legati al potenziamento del potere della memoria. L’amla è anche un’ottima fonte di vitamina A, E e minerali come ferro e calcio.

Bibhitaki

Bibhitaki è il nome ayurvedico per belleric myrobalan. Il sud-est asiatico ospita i frutti di questo albero. Sono ampiamente utilizzati in vari rimedi casalinghi. Tratta diversi problemi dovuti a infezioni batteriche e virali.

  • È una fonte di alcuni potenti composti vegetali come tannini, acido gallico e acido ellagico.
  • In Ayurveda, il bibhitaki è elogiato per il suo potere di curare il diabete. Regola i livelli di zucchero nel sangue.
  • I composti vegetali come l’acido ellagico e l’acido gallico promuovono la secrezione di insulina nel corpo. Riducendo la glicemia alta, si ritiene che curi il diabete.
  • Bibhitaki agisce come disintossicante per il fegato. Riduce la perossidazione lipidica e favorisce la salute del fegato.
  • Guarisce le ferite con la sua qualità di rigenerazione dei tessuti. L’olio prelevato dal seme funge da medicazione per le ferite.
  • Con l’uso regolare di bibhitaki aumenta la consapevolezza e la concentrazione. Contiene proprietà adattogene che aiutano a migliorare la salute del cervello.
  • Contiene anche proprietà antinfiammatorie.

Haritaki

Il mirabolano nero è ampiamente utilizzato nell’Ayurveda. È chiamato il “re delle medicine” e trova la sua origine in India, Cina e paesi del Medio Oriente. Il suo nome ayurvedico è haritaki ed è il terzo componente di Triphala.

  • I frutti dell’albero di Terminalia chembula sono usati per curare problemi di stomaco, ulcere e persino asma.
  • Gli studi dimostrano che l’haritaki aumenta la tolleranza al dolore o il livello di soglia e agisce come un antidolorifico naturale. Previene anche la carie e altri problemi orali grazie alle sue proprietà antibatteriche.
  • Simile agli altri componenti di Triphala, l’haritaki contiene anche forti composti vegetali. Alcuni di questi sono polifenoli, antociani e terpeni.
  • Alcune delle qualità chiave dell’haritaki sono le sue proprietà antinfiammatorie e la sua capacità di curare i problemi digestivi.

Fatti nutrizionali di Triphala

La polvere Triphala è composta da Amla, Baheda e Harad in un rapporto 3: 2: 1: rispettivamente.

Di seguito sono riportati i valori nutrizionali di un cucchiaino di Triphala. (2,8 g)

  • Calorie: 10 g
  • Carboidrati: 3 g
  • Fibra: 1 g
  • Proteine: 0 g
  • Zucchero: 0 g

Il consumo di un cucchiaio di Triphala avrà un piccolo numero di carboidrati e fibre. Il contenuto di zuccheri e grassi è trascurabile. Ciascuno dei tre componenti di Triphala ha i suoi benefici nutrizionali.

10 benefici per la salute di Triphala

1. Migliora la salute orale

Il consumo di Triphala è legato al miglioramento dell’igiene e della salute orale. Può prevenire vari problemi orali come gengiviti, placca e infezioni. Triphala è un collutorio efficace per uccidere germi e batteri. Ha anche il potenziale di ridurre la crescita di funghi e le infezioni in bocca.

2. Si rivolge ai problemi della pelle

La vitamina C è abbondante in Triphala. Questo aiuta a guarire alcuni problemi della pelle proteggendo le cellule della pelle. La vitamina C migliora la produzione di collagene, che può riparare le ferite della pelle. Dona inoltre una lucentezza giovanile alla pelle e alle unghie.

3. Buono per il movimento intestinale

Triphala migliora la digestione. Contiene una certa quantità di fibra che può alleviare costipazione e gonfiore. Promuove anche la salute dell’intestino riducendo la presenza di batteri nocivi e aumentando i batteri intestinali buoni.

4. Aiuta con i gonfiori

Tutti i componenti di Triphala hanno composti vegetali con alti antiossidanti. Molti di loro hanno proprietà antinfiammatorie. Questo aiuta a ridurre il disagio indotto dall’artrite. Questo può aiutare a ridurre i gonfiori alle articolazioni, che è ciò che accade quando si soffre di artrite.

5. Agisce come un lassativo naturale

Per molti anni uno degli usi più importanti di Triphala è stato quello di semplice lassativo. Promuove un buon movimento intestinale e fornisce sollievo dalla stitichezza. Riduce la flatulenza e disintossica il corpo in modo naturale.

6. Triphala Migliora la salute degli occhi

Amla è uno dei tre composti di Triphala. Il consumo regolare può rafforzare i muscoli oculari. Può anche ridurre la cataratta e altri disturbi agli occhi.

7. Regola i livelli di zucchero

Bibhitaka a Triphala regola la produzione di insulina. Questo a sua volta gestisce i livelli di zucchero nel sangue. Con l’uso continuo, può curare alcuni tipi di diabete.

8. Aiuta nella perdita di peso

Triphala può accelerare la perdita di peso. Lo dimostra uno studio fatto sulle terapie alternative in Salute e Medicina. I topi oggetto del test hanno mostrato un aumento del colesterolo buono e un miglioramento del metabolismo.

9. Contiene proprietà antistress

Alcuni studi dimostrano che Triphala può ridurre lo stress e l’ansia. Contiene un adattogeno che aiuta ad affrontare le situazioni stressanti.

10. Aumenta l’immunità

Il contenuto di vitamina C nell’amla previene infezioni e malattie. Uno studio condotto sull’Indian Journal of Pharmaceutical Sciences dimostra il potere di potenziamento dell’immunità di Triphala.

Modi comuni di consumare Triphala in India

Triphala si presenta sotto forma di polvere, compresse e tonici.

Puoi trarre il massimo beneficio da Triphala se assunto tra i pasti, preferibilmente a stomaco vuoto. Il dosaggio consigliato per iniziare è da 500 mg a 1 g, da consumare regolarmente per i benefici. Per trattare la stitichezza grave e altre malattie, aumentare il dosaggio con l’aiuto di una guida professionale.

La versione tonica di Triphala può essere consumata così com’è. Per mangiarlo come una pasta, mescola la polvere di Triphala con puro ghee di mucca o miele biologico crudo. La polvere può essere miscelata anche con acqua tiepida. Serve come bevanda calmante per il corpo. Anche la triphala sotto forma di tè è efficace.

Ci sono rischi con il consumo di Triphala?

Triphala è composto esclusivamente da ingredienti a base di erbe. Quindi, è adatto al consumo per la maggior parte delle persone. Sebbene nessun effetto collaterale importante sia legato al suo utilizzo, è consigliabile prendere alcune precauzioni.

Triphala è un lassativo naturale che può trattare la stitichezza. Un dosaggio eccessivo può portare a diarrea e crampi allo stomaco in alcune persone. Si consiglia di consultare un medico prima di aumentare il dosaggio.

Non ci sono studi per dimostrare il rischio oi benefici di Triphala durante la gravidanza e l’allattamento. Con informazioni inadeguate, è meglio consultare un medico prima di utilizzarlo. I tuoi livelli di immunità sono compromessi quando porti un bambino. Consultare sempre il proprio medico prima di somministrare qualcosa di nuovo durante questa fase.

Alcuni studi dimostrano che Triphala può ridurre l’effetto dei fluidificanti del sangue. Coloro che usano farmaci per la pressione alta e zucchero dovrebbero stare attenti. Triphala è un rimedio naturale per lo stesso. Quindi combinarlo con altri farmaci ha il rischio di abbassare la pressione sanguigna e lo zucchero troppo basso.

Conclusione

Triphala è un popolare rimedio casalingo. L’Ayurveda considera questa miscela come un antidoto per più disturbi. Ognuno di loro ha le sue speciali proprietà curative, rendendo Triphala un potente mix.

Tutti i componenti contengono antiossidanti, vitamine e composti vegetali eccezionali. Questi aiutano a combattere malattie come il diabete, la pressione sanguigna e forse alcuni tipi di cancro. Triphala è benefico per il benessere generale di occhi, pelle e capelli.

Includilo nella tua dieta sotto forma di pillole, polvere o persino tè. Scegli sempre il dosaggio consigliato per evitare rischi. La linea di fondo è che consumare regolarmente Triphala in qualsiasi forma fa bene al sistema. Può essere un’alternativa a base di erbe ai normali stimolatori dell’immunità e alle compresse di vitamine. Aggiungilo alla tua routine quotidiana per beneficiare della salute generale, a condizione che tu non soffra di gravi problemi di salute.

Domande frequenti (FAQ)

D. Triphala può aiutare nella perdita di peso?

R. Ci sono stati alcuni studi che mostrano che Triphala può aumentare il metabolismo. Si dice che Triphala agisca sul tratto digestivo e aiuti nell’eliminazione più rapida delle tossine. Quindi questa maggiore forza del tessuto del colon e della salute dell’intestino spesso si traduce in una riduzione del tessuto adiposo, specialmente intorno alla zona del ventre.

D. Triphala può aiutarti a disintossicare il tuo corpo?

R. Sì. Certamente può! Come accennato in precedenza, agisce sull’intestino e aiuta nell’eliminazione delle tossine. Oltre a questo ha anche una miriade di altri benefici come le proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che dovrebbero aiutare a combattere il cancro, il diabete e aumentare l’immunità generale.

D. Ci sono effetti collaterali di Triphala?

A. Triphala agisce principalmente sull’apparato digerente. A volte ha un lieve effetto lassativo che può causare diarrea, crampi addominali e altri disturbi addominali. Questi sintomi possono essere visti a volte anche se consumati in piccole dosi. Quindi, se si verifica questo, interrompere immediatamente l’assunzione o consultare un medico.

D. Chi non dovrebbe assumere Triphala?

R. Le persone che assumono farmaci per l’ipertensione cronica e il diabete dovrebbero evitare di assumere Triphala poiché riduce l’efficacia dei farmaci allopatici. A parte questo, ci sono molte altre condizioni in cui potrebbe essere controindicato, poiché la sua concentrazione può essere gravemente aumentata o diminuita da alcuni farmaci. Antipsicotici, farmaci antiaritmici, antimicotici e anticonvulsivanti non devono essere miscelati con Triphala. Come regola generale, è meglio consultare il medico prima di prenderlo in modo che possa dirti se il tuo attuale regime farmacologico renderà Triphala una minaccia.

D. È sicuro consumare Triphala ogni giorno?

R. Sì. È sicuro consumare da 500 g a 1 g di Triphala al giorno per un normale paziente sano perché, come accennato in precedenza, ha diverse proprietà curative. Migliora la guarigione delle ferite, aiuta ad alleviare la stitichezza, è immunomodulatore e aiuta persino a gestire i livelli di glucosio. Tuttavia, è sempre consigliabile consultare il proprio medico prima di introdurre qualcosa di nuovo nella propria dieta quotidiana.