Treccia olandese Vs. Treccia francese: qual è la differenza?

22

Sia che tu abbia bisogno di un modo rapido per tenere i capelli lontani dal viso in una giornata impegnativa o di un look glamour per una serata fuori, le acconciature intrecciate sono sempre state un’opzione popolare. Ma la parte migliore di una treccia? Con lo stile giusto, chiunque può tirare fuori una treccia. Dai bambini di cinque anni ai sessantenni, dagli atleti del college agli invitati al matrimonio, c’è una treccia là fuori per tutti.

Di recente, le trecce a bolle sono state le chiacchiere della città, ma due degli stili intrecciati più tradizionali rimangono la treccia francese e la treccia olandese. Ma se ti stai chiedendo esattamente qual è la differenza e come padroneggiare i due diversi stili, continua a leggere.

Per chi è nuovo nel gioco dell’intreccio, queste tecniche avanzate di intreccio possono sembrare intimidatorie, ma questa guida scompone tutto ciò che è necessario sapere sulle differenze tra le trecce olandesi e francesi, quindi puoi modellare non uno, ma due sbalorditivi look per quasi qualsiasi occasione.

Treccia francese e treccia olandese: qual è la differenza?

Ecco la versione veloce: Pensa a una treccia olandese come una treccia francese invertita. La differenza principale è che con una treccia francese si incrociano sezioni di capelli l’una sull’altra e con una treccia olandese le si incrociano sotto. Ecco perché la treccia olandese è spesso etichettata come “treccia francese inversa” o “treccia al rovescio”, grazie a questa tecnica “sotto”. Nessuno dei due è più facile di per sé, ma se sei un principiante probabilmente vorrai iniziare praticando una treccia francese.

La tecnica della treccia francese

Questo contenuto è importato da YouTube. Potresti essere in grado di trovare lo stesso contenuto in un altro formato, o potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni, sul loro sito web.

Ah, il classico francese. Nonostante il nome, le origini della treccia francese sono ampiamente controverse. Greci e africani sono spesso accreditati come i primi ad utilizzare questa tecnica di styling. Le prime prove provengono dalla catena montuosa del Tassili n’Ajjer in Algeria, dove l’arte rupestre di quasi 6.000 anni fa raffigura donne che indossano questo stile di treccia. L’acconciatura è stata poi vista nell’arte greca, in particolare sulle statue di kouros. Anche se potremmo non sapere mai chi l’ha indossato per primo, una cosa che sappiamo essere vera è che i francesi non hanno creato questa treccia senza tempo.

Quindi come si crea una treccia francese? A differenza di una normale treccia, inizi questa treccia separando una sezione di capelli in tre sezioni più piccole vicino alla sommità della testa. Quindi segui questo schema: filo sinistro sul filo centrale, filo destro sul filo centrale, ripeti.

Prima di incrociare la ciocca successiva, assicurati di aggiungere un’altra ciocca di capelli da ciascun lato della treccia. Continua in questo modo fino a raggiungere la nuca, a quel punto finirai la treccia come faresti con una treccia di base a tre capi. Il risultato finale dovrebbe essere liscio e aderente alla testa e incorporare tutti i capelli. Segui il tutorial video passo-passo sopra per esercitarti.

Per un aspetto più ordinato, cerca di rimanere coerente con la quantità di capelli che aggiungi alla treccia francese ogni volta che ricominci il motivo. Poi di nuovo, una treccia francese irregolare e disfatta può anche essere molto elegante. (Serena van der Woodsen qualcuno?) Lega l’estremità con un bel nastro o un elastico per capelli e il gioco è fatto

Consiglio: Per divertirti con il look, gioca con l’esatta quantità di capelli che lasci liberi (non devi intrecciare fino in fondo!).

La tecnica della treccia olandese

Questo contenuto è importato da YouTube. Potresti essere in grado di trovare lo stesso contenuto in un altro formato, o potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni, sul loro sito web.

Potrebbe sembrare più difficile, ma se puoi fare una treccia francese, puoi anche fare una treccia olandese. Per iniziare una treccia olandese, separa i capelli in tre sezioni vicino alla sommità della testa (come una treccia francese). Quindi, segui questo schema come mostrato nel video tutorial sopra: ciocca sinistra sotto la ciocca centrale, ciocca destra sotto la ciocca centrale e ripeti, aggiungendo più ciocche di capelli da ciascun lato man mano che procedi. Finisci la treccia come faresti con una francese e continua fino alla nuca. Infine, lega le estremità dei tuoi capelli. Il risultato finale sembrerà una spessa treccia 3-D che galleggia sopra i tuoi capelli.

E nel caso ve lo stiate chiedendo, la treccia olandese non viene spesso confusa solo con la treccia francese, ma anche con le treccine. Ma la principale differenza tra treccine e treccia olandese ha a che fare con la tecnica di tessitura. Con le trecce olandesi, incroci le ciocche sotto mentre tieni i capelli inclinati per creare altezza. Tuttavia, con le treccine, che passano anche sotto, l’intreccio è molto più stretto. Il risultato finale è un aspetto diverso, un po’ più piatto rispetto al cuoio capelluto, a causa del fatto che ogni parte dei capelli è intrecciata al centro di ogni treccia.

Consiglio: Per creare trecce olandesi o francesi, note anche come doppia treccia, crea una parte centrale e taglia un lato dei capelli prima di concentrare la tecnica dell’intreccio sull’altro. Quindi ripetere sul lato opposto.

Qualunque sia lo stile di treccia che stai tentando, ricorda che la pratica rende perfetti. Non aver paura di provare questi due look diversi su te stesso, sui tuoi amici o persino su una vecchia bambola. Il divertimento è davvero una volta capito perché ci sono un sacco di bei modi per modellare le trecce: trecce a corona, doppie olandesi, panini, accessori divertenti, fili disordinati tirati fuori per un look casual – le opzioni di stile sono infinite.

Marielle Marlys Marielle Marlys è una scrittrice freelance presso Good Housekeeping e Cosmopolitan.

Questo contenuto viene creato e gestito da una terza parte e importato in questa pagina per aiutare gli utenti a fornire i propri indirizzi e-mail. Potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni su questo e contenuti simili su piano.io