Prof. Dr. Anca-Ligia Grosu: L’importanza del tumore board in oncologia

30




A seguito di un’intervista, il Prof. Dr. Anca-Ligia Grosu, Direttore della Clinica Oncologica da Radiazioni dell’Ospedale Universitario di Friburgo, ci ha parlato dell’importanza del tumore board in oncologia, ma anche del pericolo dietro l’autotrattamento e il rinvio la visita dal medico.

“Non voglio che pensiate che ho un atteggiamento negativo nei confronti della medicina naturopatica. Abbiamo anche una cattedra di medicina naturopatica qui a Friburgo, ma questa medicina naturopatica deve anche avere una base scientifica e la medicina naturopatica può accompagnare o completare ciò che indica la medicina nella scuola. Un paziente che ha un tumore e viene curato con la chemioterapia, con la radioterapia, può parlare con il medico naturopata”, spiega il Prof. Dr. Anca-Ligia Grosu.

Per il malato di cancro, anche la presenza della scheda tumore è molto importante. Il Prof. Dr. Anca-Ligia Grosu afferma che “il confronto del paziente con la commissione tumori, il dialogo tra chirurgo, internista, psico-oncologo, radioterapista è fondamentale per definire un percorso corretto per il paziente. Non è consentito al paziente, se bussa alla porta del chirurgo per essere operato, se bussa alla porta del radioterapista per essere irradiato”.

Guarda la video intervista per saperne di più.







Articolo precedenteCome possiamo prevenire e rilevare i calcoli renali (litiasi urinaria)Articolo successivo6 motivi per cui è necessario conoscere le tecniche di autodifesa