Non prenda ioduro di potassio senza il consiglio del medico. Come e quando assumere le pillole di iodio e quali effetti collaterali possono avere

38

Lo ioduro di potassio viene utilizzato in caso di incidenti nucleari o incidenti di reattori nucleari per prevenire l’assorbimento di iodio radioattivo nella tiroide, scrive la National Medicines Agency. In caso di incidenti al reattore nucleare, potrebbe esserci un rilascio di iodio radioattivo. In caso di contaminazione, lo iodio radioattivo viene assorbito dalla tiroide. L’assorbimento di iodio radioattivo nella tiroide è impedito dall’assunzione di iodio non radioattivo (p. es., sotto forma di ioduro di potassio) prima o durante la contaminazione.

Lo ioduro di potassio è usato per ridurre il muco nelle vie aeree. Così ti aiuta ad eliminare il muco, a respirare più facilmente se stai affrontando problemi polmonari a lungo termine, come asma, bronchite cronica o enfisema. Questo medicinale è anche noto come espettorante. Viene anche utilizzato insieme ai farmaci antitiroidei per preparare la ghiandola tiroidea durante un’esposizione alle radiazioni di emergenza.

Ioduro di potassio, in caso di radiazioni

Lo ioduro di potassio è stato utilizzato per scopi medici dal 1820 ed è nell’elenco dei farmaci essenziali dell’Organizzazione mondiale della sanità. È un composto chimico, medicinale e integratore alimentare. Come medicinale, viene utilizzato principalmente per trattare l’ipertiroidismo, viene utilizzato negli incidenti nucleari e protegge la ghiandola tiroidea quando vengono utilizzati vari tipi di composti radiofarmaceutici. Viene anche usato per trattare problemi della pelle come sporotricosi e ficomicosi.

Come usare le pillole di ioduro di potassio

Lo ioduro di potassio viene somministrato per via orale con 240 ml di acqua. Per evitare ulteriori problemi di stomaco si consiglia di assumere dopo aver mangiato o mentre si mangia. È essenziale bere molti liquidi.

Se sta assumendo compresse di ioduro di potassio, non si corichi per 10 minuti dopo l’assunzione del medicinale. Se lo usi sotto forma di gocce o farmaci liquidi, usa un prodotto fornito con un cucchiaio medico o un dispositivo che misuri correttamente la dose. Le forme liquide possono essere miscelate con acqua, latte o succo. Non usi il medicinale se la soluzione diventa bruno-giallastra!

Il dosaggio si basa sulle tue condizioni mediche e sulla risposta alla terapia che stai assumendo. Ad esempio, nel caso dei bambini, la dose somministrata è prescritta in base all’età. Se viene somministrata una dose troppo alta, c’è il rischio di avere effetti avversi.

Ioduro di potassio: effetti avversi, secondo il foglio illustrativo

Nausea, vomito, mal di stomaco, diarrea, sapore metallico in bocca, febbre, mal di testa o acne possono essere alcuni degli effetti collaterali che possono verificarsi. Se peggiorano o persistono, vai immediatamente dallo studio del medico.

Informare immediatamente il medico se si verifica uno dei seguenti sintomi:

  • ustioni nella cavità orale o in gola
  • dolore ai denti e alle gengive
  • infiammazione all’interno della bocca
  • saliva in eccesso
  • irritazione agli occhi
  • forti mal di testa
  • infiammazione alla gola
  • aumento di peso, intolleranza al freddo, ritmo cardiaco irregolare
  • stipsi
  • confusione
  • fatica indebita
  • formicolio, dolore, sensazione di debolezza alle mani/piedi.

Altri sintomi gravi possono essere:

  • dolore al petto
  • sedia nera
  • vomito simile al caffè macinato
  • diarrea sanguinolenta

Leggi qui avvertenze e precauzioni in gravidanza e allattamento

Fonti: anm.ro, webmd.com, mayoclinic.org