La foglia di bardana cura la malattia del disco cervicale, la spondilosi lombare e il dolore reumatico

420

Le foglie grandi e la freschezza della bardana vengono utilizzate sotto forma di impacchi in caso di distorsioni, lussazioni, piedi feriti e stanchi da troppa deambulazione, ustioni, lesioni ulcerative, lesioni cancerose, ferite urticanti.

Il tè alla radice di bardana viene somministrato in caso di febbre, insufficienza respiratoria, reumatismi e gotta, epilessia. Bere ogni giorno, una o due tazze, tiepide, a piccoli e rari sorsi, per 10, 15 minuti.

La bardana, scientificamente Petasites officinalis, cresce sulle sponde di acque, fiumi o torrenti, attraverso fossi e argini. A seconda della zona geografica è anche chiamato broscalan, brustur, buedea-ciumei, captalan, ciococean, gula de balta, lipan, podval mare, smantanica.

Le foglie, ricoperte sul dorso da un grigio, leggermente dentellate verso il basso, possono raggiungere le dimensioni di un cappello. I fiori sono di vari colori, dal bianco sporco al rosa pallido, hanno la forma di cesti e si trovano più vicini alla sommità dello stelo.

La pianta contiene nitrato di potassio, olio essenziale, mucillagini, sostanze amare, vitamine del gruppo B e sali minerali. Compresse di foglie di bardana Le persone che hanno subito un trattamento con impacchi di foglie di bardana fresche affermano di essersi completamente riprese da malattie del disco cervicale, spondilosi lombare, reumatismi. Un’azione meno nota delle foglie di bardana è quella di avere uno spettacolare effetto antireumatico, antisciatico e nell’alleviare il dolore causato dalla spondilosi. Ecco come assemblarne uno da utilizzare con la tua discopatia cervicale.

La foglia di bardana, appena colta, viene messa la sera, prima di coricarsi, in spirito medicinale, blu, per 10, 15 minuti, finché non è ben impregnata. Quindi si pone sulla nuca un panno sottile sopra il quale si applica la foglia ben drenata e si fissa con un altro pezzo di stoffa o una sciarpa, in modo che l’impacco duri sulla nuca fino al mattino. Il trattamento si effettua per non più di 4, 6 giorni di seguito, utilizzando ogni volta foglie fresche. La foglia di bardana non viene mai applicata direttamente sulla pelle in quanto può causare irritazione. Realizzato in autunno, il trattamento con foglie di bardana assicura l’eliminazione di dolori reumatici, sciatica e spondilosi per tutto l’inverno.

Fonte: topmediinaturiste