La dieta del premio Nobel giapponese: aiuta la perdita di peso e la rigenerazione cellulare

742

Un ricercatore giapponese in biologia cellulare ha scoperto una dieta che, basata sulla riduzione della dieta, rallenta il processo di invecchiamento e la perdita di peso. Il principio aiuta anche a proteggere dal cancro della pelle, riduce il rischio di cancro al seno e ipertensione.

Yoshinori Ohsumi, un ricercatore giapponese specializzato in biologia cellulare, ha scoperto un principio alimentare che promette perdita di peso e rigenerazione cellulare. È stato così innovativo che Ohsumi è stato insignito del Premio Nobel per la fisiologia o la medicina nel 2016, scrive Brightside.me.

Gal Gadot afferma che il regista di Justice League Joss Whedon ha “minacciato” la sua carriera
Quando aumentiamo il tempo in cui ci sentiamo affamati, le cellule riciclano tutto ciò che è vecchio e inutile e ringiovaniscono. Questo processo è chiamato autofagia.

Se fino ad ora si credeva che mangiare poco e spesso rallentasse l’accumulo di grasso nel corpo, il ricercatore giapponese contraddice questa teoria.

Il periodo in cui mangiamo è chiamato la finestra del cibo. Secondo una ricerca condotta nel 2017, chi mangia tra le 8.00 e le 20.00 è più soggetto a problemi di salute rispetto a chi mangia tra le 8.00 e le 14.00. Quando la finestra della dieta è più ristretta, il rischio di sviluppare diabete, anemia o obesità è inferiore.

Cosa succede se restringi la finestra del cibo?

Gli scienziati hanno testato i cambiamenti nel corpo delle persone che hanno ridotto la loro finestra alimentare a 12, 8, 6 o 4 ore.

Tutti i soggetti hanno consumato lo stesso numero di calorie. La differenza era che coloro che avevano finestre di cibo più piccole, riuscivano a sbarazzarsi dei chili in più molto più velocemente. Questo perché il corpo brucia più grasso durante la notte e la sensazione di fame diminuisce.
Secondo la teoria del ricercatore giapponese, la finestra del cibo ha i seguenti vantaggi:

Protezione dai raggi UV, dal cancro della pelle e dal rallentamento del processo di invecchiamento.
Diminuisce il rischio di cancro al seno, ipertensione e rischio di malattie cardiache
Aumenta la qualità del sonno.

Come costruire il tuo programma

Fai colazione 30-60 minuti dopo il risveglio.

Inizia a lavorare 2-3 ore dopo il risveglio.

Mangia più regolarmente a colazione che a pranzo.

Riduci la finestra del cibo a 6-8 ore senza modificare il numero di calorie.

Come si fa a tenere lontana la fame?

A quanto pare, l’ormone della fame è strettamente legato ai nostri ritmi circadiani. I livelli ormonali aumentano alle 8.00 del mattino, alle 13.00 e alle 19.00. Dopo ogni periodo, che la persona abbia mangiato qualcosa o bevuto semplicemente il tè, 2 ore dopo, il flusso ormonale si interrompe. Ciò significa che non devi tenere conto della sensazione di fame che ti fa mangiare ogni tre ore.

Fonte: andreilaslau