Il fegato ingrossato non fa male, ma mostra alcuni segni sottili. Come fai a sapere che il tuo fegato è pieno di grasso?

23

Una dieta ricca di grassi e zuccheri e un consumo eccessivo di alcol lascia inevitabilmente il segno sulla nostra salute e il fegato è il primo a segnalare un problema.

Sebbene sia considerato un “organo silenzioso” che non produce sintomi evidenti, ci sono alcuni segni che indicano la comparsa di una disfunzione o condizione epatica. Vedi sotto per i segni di problemi al fegato!

Segni di un fegato disturbato

L’alcol può essere considerato il fattore causale del fegato grasso alcolico quando il consumo giornaliero supera i 20 grammi di alcol puro nelle donne e i 30 grammi negli uomini.

Quando il fegato è sottoposto quotidianamente a questa quantità eccessiva di alcol per elaborare una grande quantità di alcol, le sue funzioni ne risentono. Il principale fattore di rischio in questo caso è l’alcol puro. Gli indicatori a cui devi prestare attenzione sono:

Una forma più grave di epatite alcolica provoca sintomi come:

  • pessime condizioni generali
  • ittero (ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi dovuto all’aumento dei livelli di bilirubina)
  • dolore nella zona del fegato

Segni di epatite cronica

Quando l’epatite si manifesta per più di 6 mesi, viene diagnosticata come cronica. Nel caso di questa condizione, il fegato rimane infiammato anche in assenza di altri sintomi. Pertanto, ci sono casi in cui le persone hanno l’epatite cronica per oltre 20 anni senza ricevere questa diagnosi.

Poiché le cause dell’epatite cronica sono molteplici (uso eccessivo di farmaci, insorgenza di virus A, B, C o D e fegato grasso), i sintomi sono estremamente vari e possono consistere in:

Segni di un problema al fegato (steatosi epatica)

Colesterolo elevato e obesità sono due dei fattori di rischio più importanti per un fegato con problemi di depositi di grasso eccessivi.

Gli indicatori a cui prestare attenzione in questo caso sono:

  • affaticamento eccessivo non correlato al riposo quotidiano
  • perdita di appetito ingiustificata e implicitamente peso
  • dolore addominale

Un importante fattore di rischio per la steatosi non alcolica è la resistenza all’insulina. Questi segni di steatosi epatica sono accompagnati da infiammazione, che segnala il momento in cui inizia la malattia.

Come possiamo curare il fegato grasso?

La steatosi epatica analcolica viene diagnosticata quando più del 10% del fegato ha depositi di grasso. Può progredire verso la cirrosi e persino il carcinoma epatocellulare (cancro del fegato).

Il fegato grasso è anche associato a diabete, ipertensione, obesità e alti livelli di trigliceridi nel sangue, alti livelli di colesterolo dannoso e bassi livelli di colesterolo benefico.

Nel trattamento del fegato grasso, il primo passo verso la guarigione è cambiare la dieta in modo che il corpo possa metabolizzare rapidamente i grassi ingeriti.

Il trattamento della steatosi epatica non alcolica si basa principalmente su cambiamenti dello stile di vita, alimentazione scorretta, ma anche su visite dal medico per gli esami di routine, soprattutto nelle donne, dove la sindrome dell’ovaio policistico è un importante fattore di rischio associato alla steatosi epatica.

Una misura a disposizione di tutti i pazienti con problemi al fegato è mantenere una dieta ricca di proteine ​​e povera di grassi e carboidrati, in cui il consumo di grassi saturi è sostituito da grassi insaturi nel pesce, olio d’oliva, noci.

Includi anche molti frutti e verdure antiossidanti nella tua dieta quotidiana, come barbabietole, cavolini di Bruxelles, cavolfiori o peperoni, che aiutano anche a mantenere la bile secreta.