Commercio di topinambur. Come coltivarlo, come prendersene cura e dove venderlo

137

Un ortaggio dei tempi dei Daci torna alla sua precedente popolarità. Raccomandato dai nutrizionisti, il topinambur o la rapa di maiale è diventata un’attività redditizia in Romania.

Questa semplice pianta non è per niente pretenziosa, si adatta facilmente a tutti i tipi di terreno, anche poveri. Resiste bene anche alle alte temperature e al gelo. Questo ortaggio si adatta molto bene ai terreni rumeni e non necessita di particolari interventi.

Business del topinambur – Suggerimenti per la coltivazione del topinambur

Gli svantaggi di questa specie in coltura sono il periodo di vegetazione molto lungo e la difficile pulizia dei tuberi non uniformi. Inoltre, l’ortaggio impoverisce il terreno molto duro, quindi dopo il raccolto il terreno deve essere concimato e coltivato con piante meno esigenti in termini di fertilità del suolo.

Il topinambur ha bisogno di molto spazio per crescere e svilupparsi. Per la coltivazione si scelgono tuberi di grandi e medie dimensioni, evitando quelli tagliati o sezionati, che possono marcire facilmente. I tuberi viola sono chiaramente superiori ad altre varietà di topinambur, quindi sono preferibili per avviare un’impresa.

Si pianta in campo da febbraio ad aprile, la distanza tra le file dovrebbe essere di 70 cm, e tra le piante di 50-60 cm, quindi si possono piantare circa 9000-11.000 piante per ha. Pianta 1-2 tuberi a una profondità di 8-10 cm.

Business del topinambur – manutenzione

La manutenzione è minima per questa varietà, motivo per cui l’investimento è piccolo, ma il guadagno può essere enorme. Solo in casi di estrema siccità il campo coltivato va annaffiato. Il campo viene potato 2-3 volte, e gli steli possono essere tagliati quando superano i 150 cm, solo se danno fastidio.

Gli unici parassiti conosciuti sono i topi di campagna. Un altro svantaggio è il fatto che i tuberi raccolti sono molto difficili da mantenere, perché si asciugano rapidamente. Tuttavia, la soluzione migliore è mantenere i tuberi nel terreno fino a quando non vengono messi in vendita. Possono resistere senza problemi a temperature di meno 30-40 gradi.

Business del topinambur – Usi del topinambur

Anche una produzione media di topinambur per ha è di 40-50 tonnellate, e kg di tuberi è tra 4-5 lei, quindi si può facilmente raggiungere un profitto di circa 200.000 lei per ha. E questo nelle condizioni in cui non vengono utilizzati fertilizzanti, e l’investimento viene fatto solo sui tuberi acquistati per la coltivazione, cioè circa 4.000 lei.

Anche i gambi del topinambur, che possono crescere fino a 3 m, hanno vari usi. Possono essere venduti nel settore delle centrali termiche, perché vengono utilizzati nella produzione di pellet. Possono anche essere utilizzati con sicurezza per ottenere biomassa per biocarburanti, ma anche nell’industria dell’alcol.

Da 100 kg di tuberi si possono ottenere tra 7-10 litri di alcol con una gradazione di 35 gradi. Inoltre, i tuberi possono essere utilizzati anche in ambito domestico, come mangimi o nell’industria alimentare e medica. L’inulina, sostanza che si trova in abbondanza nei tuberi, ha la percentuale più bassa di glucosio e saccarosio, rispetto ad altre piante.

Oggi sempre più paesi considerano questa pianta una prelibatezza (la Svizzera ne è un esempio), essendo lavorata sotto forma di sciroppo o alcol. Ma puoi anche fare la marmellata di topinambur, e se i rumeni avessero la tecnologia per estrarre lo zucchero liquido da questa pianta, sarebbe nettamente superiore alla barbabietola da zucchero, per esempio.

Un vasetto da 270 grammi di marmellata di topinambur biologico costa tra 20-23 lei.

Se ti è piaciuto questo articolo, unisciti, con un Mi Piace, alla community di lettori sulla nostra pagina Facebook.

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi unirti a noi su Facebook, ci aspettiamo che ti unisca alla community con un Mi piace: