Albicocche, i benefici e gli usi più importanti

15

Si ritiene che l’albicocca sia originaria della Cina, forse della Corea e del Giappone, e in seguito sia stata coltivata in tutto il mondo. Il gusto fresco e succoso del frutto dell’arancia lo rende estremamente rinfrescante da gustare in una calda giornata estiva.

Sebbene la storia dell’albicocca sia piuttosto poco chiara a causa della diffusa coltivazione preistorica, si pensava ancora che provenisse dalle province della Cina settentrionale, nordorientale e nordoccidentale e forse dal Giappone e dalla Corea. 3.000 anni fa, in Cina veniva praticata la coltivazione domestica.

Poi, dopo essersi diffuso in Asia, fu introdotto in Europa in Grecia e in Italia dai Romani. Allo stesso modo, i viaggiatori inglesi introdussero le albicocche in Nord America e i missionari spagnoli in California. È coltivato estensivamente in Eurasia e in America. Oggi le albicocche vengono coltivate in tutto il mondo in aree in cui il clima può sostenere l’albero da frutto.

Le albicocche fresche sono una buona fonte di molte vitamine. Una tazza di albicocche affettate, cioè circa 165 grammi, fornisce il 22,57% di vitamina A, il 18,33% di vitamina C, il 9,80% di vitamina E e il 7,92% di vitamina B5, la dose giornaliera raccomandata, secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti. La vitamina C è essenziale per la formazione, la crescita, il mantenimento e la riparazione di tutti i tessuti del corpo, inclusi pelle, vasi sanguigni, ossa e denti.

Le albicocche contengono anche quantità significative di nutrienti e minerali, tra cui rame 14,33%, potassio 9,08%, ferro 8%, manganese 5,52% e piccole quantità di altri nutrienti, tra cui calcio, ferro e potassio, zinco, triptofano ecc.

Altri usi tradizionali e benefici delle albicocche

  • Le albicocche sono utilizzate in medicina in Vietnam nel trattamento delle malattie respiratorie e digestive.
  • In India l’albicocca è usata nella medicina Unani come antidiarroico, antipiretico, emetico, antielmintico, nelle malattie del fegato.
  • In Corea, i semi di albicocca sono usati per la tosse, il catarro e il comune raffreddore.
  • In Europa, le albicocche sono state a lungo considerate un afrodisiaco.
  • L’olio di semi è analgesico, antielmintico, antiasmatico, antispasmodico, antitosse, emolliente, espettorante, pettorale, sedativo e vulnerario.
  • Si ritiene che l’albicocca abbia un effetto positivo nel trattamento del cancro, ma sono necessarie prove scientifiche.
  • Si dice che i fiori siano tonici e aiutino con problemi di fertilità nelle donne.
  • La corteccia interna e/o la radice sono usate per curare le intossicazioni.
  • I minerali, le vitamine, l’acqua e le calorie necessari sono forniti da un’albicocca a chi soffre di febbre. Aiuta a disintossicare gli organi. Ha un effetto antinfiammatorio e calmante. Riduce anche l’infiammazione causata da gotta o artrite.
  • Il massaggio con olio di albicocca aiuta a bilanciare il sistema nervoso e mantiene la pelle sana. Chi ha la pelle sensibile dovrebbe consultare il proprio medico prima dell’uso.
  • Puoi rendere i tuoi capelli morbidi e lucenti applicando regolarmente olio di albicocca. L’olio di albicocca se massaggiato sul cuoio capelluto aiuta a nutrire le radici e a condizionarlo. Aiuta a favorire la crescita dei capelli e dei follicoli.
  • Condizioni del cuoio capelluto come eczema, forfora, psoriasi e prurito del cuoio capelluto vengono trattate con olio di nocciolo di albicocca.

Albicocche in campo culinario

  • La frutta fresca o secca può essere utilizzata in un’ampia gamma di dessert: pancake, gelato, torte, muffin, croissant, barrette di albicocche, crostate, caramelle, crostate alla crema, strudel, frullati e crema di albicocche.
  • Il nettare o il succo di albicocca disponibile in lattina o bottiglia è una bevanda eccellente e nutriente.
  • Le albicocche mature sono meravigliose se consumate fresche.
  • Con le albicocche si possono fare dolci, succhi, puree di salsa, nettare, bevande e gelatine. Le marmellate di albicocche sono meravigliose con i toast.
  • Le albicocche secche sono nutrienti e meravigliose e, quindi, sono ottimi spuntini.
  • Le albicocche sono ottime con i formaggi magri.

Albicocche – Altri usi poco conosciuti

  • L’albicocca è anche usata come pianta ornamentale.
  • I suoi fiori sono preferiti dalle api per produrre un buon miele.
  • Cosmetici, oli, profumi, carbone attivo e benzaldeide sono realizzati con semi di albicocca.
  • L’olio commestibile si ottiene dai semi di albicocca che viene utilizzato per la cura della pelle e dei capelli.
  • I coloranti verde e grigio scuro si possono ottenere dalle foglie e, rispettivamente, dal frutto.
  • Gli attrezzi agricoli sono realizzati in legno di albicocca duro e resistente.

Alcune precauzioni da tenere a mente:

  • La sostanza pura dell’albicocca è quasi innocua per l’uomo, ma nell’idrolisi produce acido idrico, noto come veleno ad azione rapida, quindi devono essere usati con cautela.
  • Non ci sono particolari effetti collaterali del consumo moderato di albicocche, tuttavia alcune persone potrebbero avere allergie.
  • Le persone con calcoli renali dovrebbero limitare il consumo di albicocche a causa della presenza di ossalati.
  • A causa della tonsillite, il consumo eccessivo di albicocche non è raccomandato, poiché può portare alla depressione del sistema nervoso.
  • Il consumo di albicocche acerbe o crude può portare a disturbi gastrici.
  • L’insufficienza respiratoria è osservata in alcune persone che hanno consumato una quantità eccessiva di albicocche.

Liquore all’albicocca. Come preparare l’albicocca più gustosa

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi unirti a noi su Facebook, ci aspettiamo che ti unisca alla community con un Mi piace: