9 motivi per cui hai feci pesanti Alimenti, malattie e farmaci che aumentano la frequenza delle feci

67

L’aspetto della sedia può darti indizi importanti sulla tua salute. Ma la frequenza delle sedie può essere un segno che qualcosa non va? Decisamente sì! Alcuni vanno in bagno per il “grande lavoro” 1-2 volte al giorno, altri più volte, mentre altri lottano per giorni e giorni, lamentando forti dolori addominali e costipazione.

Pertanto, la “routine” di andare in bagno varia a seconda delle abitudini di ogni persona. Tuttavia, ci sono alcuni fattori che possono influenzare la frequenza delle feci. A volte può essere stress o vari disturbi gastrointestinali, altre volte è una conseguenza naturale di una sana alimentazione.

Ecco alcune possibili cause dei frequenti movimenti intestinali durante il giorno!

Una dieta ricca di fibre porta a frequenti movimenti intestinali

Se hai deciso che è ora di perdere qualche chilo in più, molto probabilmente rivolgerai la tua attenzione alla frutta e verdura fresca e ai cereali integrali. Contengono fibra che fa bene alla digestione, ma è indicata anche per controllare la fame, regolare la glicemia e il colesterolo.

Il consumo di cibi ricchi di fibre e acqua è associato a un sano transito intestinale, il che può significare… feci più frequenti e più morbide, perché la combinazione acqua-fibra ammorbidisce le feci, rendendole più facili da eliminare.

Esercizio

Il movimento aiuta non solo a migliorare l’umore e rimodellare la figura, ma anche ad accelerare la digestione e contrarre i muscoli intestinali, favorendo così la defecazione, il processo di rimozione delle feci dall’intestino.

Quindi, se soffri di stitichezza, un giro di corsa può aiutarti a sbarazzarti di questo problema. Vedi altri trattamenti naturali per la stitichezza qui!

Consumo eccessivo di caffè o bevande gassate

Le persone che bevono frequentemente caffè o tè o bibite che contengono caffeina vanno più spesso in bagno, perché la caffeina stimola i muscoli dell’intestino e, inoltre, ha un effetto lassativo.

Lo stress interrompe il transito intestinale

L’ansia e lo stress possono interrompere il transito intestinale, causando diarrea o, al contrario, costipazione. Il legame tra questi e i disturbi del transito intestinale non è noto con certezza. Ma una possibile spiegazione potrebbe essere che le reazioni chimiche si verificano nel corpo quando siamo stressati, il che aumenta la produzione di ormoni che interrompono il corretto funzionamento della digestione.

Le mestruazioni portano a feci frequenti

Durante le mestruazioni, le donne possono avere frequenti movimenti intestinali a causa della diminuzione dei livelli di estrogeni e progesterone, un processo che porta alla contrazione dei muscoli uterini e intestinali.

Alcuni farmaci

Le persone che assumono antibiotici possono sperimentare squilibri nella flora intestinale del tubo digerente e, di conseguenza, avere sintomi come diarrea, forti dolori addominali, nausea, vomito o un cattivo odore di feci.

Celiachia

Le allergie alimentari, inclusa la celiachia (allergia al glutine), possono aumentare i movimenti intestinali. Il glutine è una proteina presente nei cereali come frumento, segale o orzo.

Altri sintomi specifici della celiachia sono gonfiore, flatulenza eccessiva, diarrea, affaticamento, anemia, perdita di peso, mal di testa, reflusso gastroesofageo.

Morbo di Crohn

Un’altra condizione autoimmune che può causare disturbi addominali e feci frequenti è il morbo di Crohn, che porta all’infiammazione della mucosa intestinale, un processo che promuove diarrea, feci sanguinolente, perdita di appetito, perdita di peso e fistole anali.

Sindrome dell’intestino irritabile

I disturbi gastrointestinali che possono causare un aumento dei movimenti intestinali includono la sindrome dell’intestino irritabile. Questa condizione può anche causare gonfiore, dolore addominale, diarrea, costipazione o incontinenza fecale.