8 rimedi naturali efficaci | Il corriere del sole

136

Si trovano quasi ovunque: sugli scaffali dei negozi di alimenti naturali, nelle farmacie e parafarmacie e nei supermercati. Vengono inoltre pubblicati libri sulle grandi proprietà di quasi tutti i possibili estratti, erbe o oli. Se dobbiamo prestare attenzione, questi rimedi vanno bene contro tutto. Ma possiamo davvero fidarci di ciò che ci promettono i produttori e gli autori dei libri?

Le proprietà di ogni rimedio si riscontrano, normalmente, grazie ai test effettuati dai laboratori manifatturieri e all’esperienza accumulata dei terapisti. Tuttavia, di solito non esistono studi che dimostrino la reale efficacia di ogni prodotto su persone con diversi problemi di salute. In ogni caso, con i dati disponibili si possono tranquillamente dedurre le reali proprietà benefiche dei rimedi.

In sintesi, i prodotti miracolosi non devono scomparire dai nostri armadietti di medicine naturali: non curano tutti i mali, ma sono di grande aiuto per alcuni disturbi o come ingrediente nel menù quotidiano. Abbiamo messo al microscopio alcuni dei rimedi più famosi e richiesti. Abbiamo assegnato tre stelle ai rimedi Champion e ad altri prodotti due o una stella in base alla loro reale utilità.

VINAGER DI MELE
Un rimedio contro le infezioni

I fautori dell’aceto di mele affermano che ha un effetto antibatterico che aiuta in caso di disturbi digestivi, infiammazioni della gola e delle gengive, carie, alitosi, psoriasi, acne e infezioni della pelle in generale. Inoltre regola i movimenti peristaltici dell’intestino e favorisce lo sviluppo degli enzimi responsabili della metabolizzazione dei grassi, per questo è un ottimo alleato contro la stitichezza e come ingrediente in più nelle diete dimagranti e per il controllo del colesterolo. spiegato dall’azione dei loro acidi e dal loro contenuto di potassio, calcio, fosforo, ferro, magnesio e vitamine B, C ed E.

Valutazione: È stato dimostrato che l’aceto di mele uccide i batteri, quindi può essere efficace contro l’alitosi e le infiammazioni gengivali. Le persone con questi problemi possono sciacquare con un cucchiaino di aceto puro diluito in un bicchiere di acqua calda. Per lievi infezioni alla gola, fare i gargarismi con aceto e acqua tiepida mescolati in parti uguali.

Le persone con pelle sensibile non dovrebbero applicare l’aceto direttamente su di essa, poiché l’acido può irritarla. Per quanto riguarda i problemi intestinali, l’aceto di mele non è un ottimo rimedio, ma non c’è motivo per non consigliare piccole assunzioni: consumando normalmente l’aceto di mele non compare nessuna intolleranza. Dopo i pasti si prende un cucchiaino diluito in un bicchiere di acqua calda. Un modo per sfruttare le proprietà dell’aceto è usarne una piccola quantità per condire le insalate. Il suo sapore più delicato e fruttato lo rende un buon sostituto dell’aceto d’uva.

ESTRATTO DI UVA
Per lieve irritazione alla gola

Si dice che l’estratto di semi di pompelmo sia un potente antibiotico naturale con una grande azione su funghi e batteri, particolarmente indicato contro la psoriasi e l’acne. Grazie alla vitamina C, i flavonoidi e le sostanze che gli conferiscono il suo sapore amaro aiutano a rafforzare il sistema immunitario ea neutralizzare i radicali liberi che danneggiano le cellule.

L’estratto può essere preparato a casa senza difficoltà. I semi vengono lasciati essiccare all’aria aperta. Quando sono asciutti vengono passati attraverso un macinino e un setaccio a maglie strette. Una punta di coltello della polvere ottenuta corrisponde alla quantità normalmente contenuta in una capsula. La preparazione casalinga evita la presenza di ingredienti sconosciuti e potenzialmente dannosi, che a volte sono stati trovati nelle preparazioni a base di pompelmo, secondo studi pubblicati in Germania.

Valutazione: Molti degli effetti attribuiti al pompelmo non sono dimostrati. Gli studi che sono stati effettuati sull’estratto di semi sono ancora pochi, ma questo non significa che non abbia alcuna efficacia. In caso di lievi infezioni alla bocca o lieve mal di gola, si può provare l’estratto.

KOMBUCHA
Buono per la digestione

Il Kombucha è una bevanda, dal gusto simile a quello del sidro, che si ottiene dalla fermentazione con un fungo del tè zuccherino. Si può dire che è lo stesso per il tè come lo yogurt o il kefir per il latte. Di origine remota, questa bevanda ha ricevuto ogni sorta di elogi: rallenta l’invecchiamento, previene le malattie, dona energia … Più modestamente, si dice che sia una bevanda lassativa, con proprietà antibiotiche e che aiuta a risolvere i problemi di stomaco.

La bevanda viene acquistata nei negozi di alimenti naturali o può essere preparata in casa se il fungo è disponibile, che si ottiene tramite reti di scambio (alcuni negozi di prodotti naturali facilitano il contatto).

Valutazione: Da uno a tre bicchieri di kombucha al giorno (al mattino a stomaco vuoto, a mezzogiorno e alla sera dopo i pasti) migliora il processo digestivo. Per quanto riguarda il resto delle proprietà di cui presumibilmente fa tesoro, solo il giudizio per esperienza personale è valido, poiché ci sono opinioni per tutti i gusti.

Se prepari il kombucha in casa, è preferibile farlo con tè con poco contenuto di caffeina (tè appassito o tè verde), poiché l’effetto si moltiplica per effetto della fermentazione. Si consiglia inoltre di assicurarsi che il tè provenga da piantagioni biologiche, per evitare la presenza di pesticidi chimici e per svolgere correttamente il processo di fermentazione.

Olio di enotera
Aiuto per la pelle

L’elenco delle indicazioni per l’olio di enotera (Oenothera biennis) è molto lungo. È molto utile per le donne che cercano una soluzione ai disturbi del ciclo mestruale, in particolare al dolore prima delle mestruazioni. L’effetto in questi casi è dovuto al fatto che l’acido linoleico essenziale favorisce lo sviluppo delle prostaglandine che regolano gli ormoni femminili. L’altra grande applicazione sono i disturbi della pelle, come la dermatite e il prurito. L’olio di enotera influenza la secrezione delle ghiandole sebacee e quindi riduce la secchezza della pelle.

Gli effetti si traducono in un aumento dell’elasticità e in un miglioramento dell’aspetto generale della pelle. Inoltre, si dice che aiuti con l’asma, la pertosse, il colesterolo alto, le emorroidi, le malattie del tratto digerente intestinale, l’iperattività dei bambini e le malattie del sistema circolatorio.

Valutazione: È un rimedio efficace per problemi mestruali e cutanei, tuttavia non esiste uno studio che dimostri che produca un miglioramento dei sintomi nell’artrite reumatoide o nell’osteoartrite, come a volte è stato affermato. Uno dei grandi vantaggi dell’olio di enotera è che è adatto all’automedicazione, in quanto non sono noti effetti collaterali.

L’unica precauzione è non usarlo nei bambini sotto i due anni di età. Dall’età di due anni può essere applicato esternamente e dall’età di cinque anni internamente, poiché l’olio può già essere assorbito dall’intestino.

OLIO DI CUMINO NERO
Acidi grassi contro il raffreddore

I faraoni egizi lo consideravano oro nero. Con esso hanno curato alterazioni ormonali nelle donne, raffreddori, disturbi digestivi, mal di testa, bronchiti, febbre e allergie cutanee. Gli effetti curativi dell’olio di cumino nero si basano sul suo contenuto di acidi grassi insaturi (linoleico e linolenico) e sostanze volatili.

Il prodotto è sotto forma di olio essenziale o olio spremuto a freddo. L’essenziale è indicato per stimolare la digestione e ha proprietà disinfettanti. Le sue sostanze volatili, inoltre, dilatano i bronchi, agiscono contro i crampi e aiutano l’espettorazione. Alcuni autori sostengono inoltre che sia diuretico, digestivo ed efficace contro l’artrite.

Valutazione: Il cumino nero non ha abbastanza acido gamma-linolenico per essere di grande aiuto nella dermatite. Notevole è invece il suo effetto decongestionante sulle vie respiratorie e la sua efficacia in caso di freddo. Il modo migliore per somministrare questo rimedio è l’assunzione di inalazioni. Per fare questo, prendi 50 g di semi di cumino nero macinati e tra 5 e 10 gocce di olio. Metti tutto in una fontana, la riempi con due litri di acqua calda, mescoli e inali i vapori per cinque minuti. L’olio di cumino nero deve essere tenuto lontano dalla luce e dall’aria, in un luogo fresco e asciutto.

OLIO DELL’ALBERO DEL TÈ
Efficace contro l’herpes

Ogni giorno questo rimedio di origine australiana viene utilizzato sempre di più. È usato come alternativa agli antibiotici chimici, ad esempio, nell’acne molto grave, nell’herpes genitale e nell’herpes zoster, nelle verruche e nei problemi fungini.

In Australia è stato usato per molti anni come un altro medicinale. Gli aborigeni, che la conoscono da secoli, fanno infusi e cataplasmi con le foglie che usano in caso di morsi, mal di gola e raffreddori.

Valutazione: Test di laboratorio hanno dimostrato che gli oli essenziali dell’albero del tè (Maleleuka alternifolia), applicati sulla pelle, sono in grado di eliminare alcuni batteri e funghi. L’applicazione contro l’acne, l’herpes zoster, le verruche e le malattie fungine è del tutto giustificata dal punto di vista scientifico. In caso di gravi malattie fungine, l’automedicazione con olio dell’albero del tè non dovrebbe essere invocata da sola. Nei casi lievi, come l’herpes labiale, può essere utilizzato senza problemi.

Un’altra applicazione molto comune si fa sulle ferite chiuse per accelerarne la completa guarigione. È conveniente diluire l’olio in poca acqua, perché allo stato puro può provocare eczemi allergici da contatto. Non dovrebbe mai essere applicato su ferite aperte e deve essere conservato in un luogo fresco e buio.

ESTRATTO DI INCENSO
Aiuto in caso di reumatismi

I farmaci convenzionali per il trattamento dei reumatismi hanno spesso molti effetti collaterali. L’incenso o l’estratto di boswellia è offerto come alternativa alle persone con questo tipo di problemi perché si dice che produca un miglioramento quasi senza effetti collaterali (ad eccezione di diarrea e arrossamento della pelle in alcuni casi). Si dice anche che sia efficace contro i disturbi intestinali cronici e l’asma. La sua azione è dovuta al suo contenuto in terpeni, gomma acida e resine.

Valutazione: Sebbene non ci siano ancora studi completi, tutto indica che si tratta di un estratto con un grande futuro. Negli studi clinici è stato dimostrato che l’acido boswellia ha un evidente effetto antinfiammatorio, perché gli acidi sono in grado di rallentare la produzione nell’organismo di sostanze che svolgono un ruolo molto importante nelle malattie infiammatorie come i reumatismi.

Non è conveniente auto-medicare con questo rimedio, perché ha diverse controindicazioni (bambini, gravidanza, allattamento, colite ulcerosa, Parkinson …). La cosa più consigliabile è che un medico naturopata lo prescriva come complemento ad altre terapie contro i reumatismi.

GRANO GERMINATO
Succo per il metabolismo

Il succo verde è una vera bomba vitaminica e dovrebbe avere un effetto salutare grazie al suo potere antiossidante. Insieme a tredici vitamine, contiene minerali, oligoelementi e aminoacidi essenziali, che svolgono un ruolo importante nello scambio metabolico e nel sistema ormonale.

Il suo ingrediente principale è la clorofilla delle foglie, che ha un effetto antibatterico, cicatrizzante e disintossicante. Ottiene anche risultati sorprendenti se utilizzato come consigliato per le maschere di bellezza.

Valutazione: È un ottimo complemento alla tua dieta quotidiana. Un bicchiere al giorno, compreso tra 20 e 30 ml, del succo appena ottenuto garantisce un sufficiente apporto di una buona quantità di sostanze nutritive. Non c’è ritardo nell’ingestione del succo, perché gli ingredienti più importanti scompaiono con il passare del tempo e le manipolazioni.

Uno dei grandi vantaggi di questo rimedio è che puoi farlo da solo in modo semplice: i semi di grano duro vengono presi, lasciati germogliare, piantati e raccolti dopo due settimane. Quindi devi solo frullare le erbe.